Fondo di Garanzia L.662/96

Il Fondo di Garanzia L. 662/96 con le prime modifiche introdotte il 15/10/2018 e con la definitiva riforma del Fondo avviata con l’entrata in vigore delle nuove disposizioni operative del 15/03/2019, ha profondamente modificato il ruolo e la responsabilità dell’impresa nel processo della controgaranzia come agevolazione pubblica.
La controgaranzia del Fondo L.662/96 è a tutti gli effetti un’agevolazione pubblica poiché si tratta di uno strumento di facilitazione all’accesso al credito per le PMI sovvenzionato dal Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) che permette alle imprese di accedere al credito beneficiando di:

  • Minori commissioni per la garanzia confidi
  • Maggior volume di credito concesso
  • Minore tasso di interesse
  • Minori garanzie richieste

Il beneficio indiretto, poiché non tangibile, ricevuto dall’impresa viene quantificato nel cosiddetto ESL (equivalente sovvenzione lordo) , ossia l’importo corrispondente all’agevolazione ottenuta; tale importo è infatti calcolato sulla base dell’importo controgarantito dal Fondo che quindi è coperto da fondi pubblici.
L’ESL è un’agevolazione concessa in regime De Minimis e per questo motivo viene computata nel limite massimo di € 200.000,00 di agevolazioni concedibili ad un’impresa ( intesa come impresa unica/gruppo aziendale) negli ultimi 3 anni/esercizi.
Essendo la controgaranzia ed il derivante ESL un’agevolazione a favore anche dell’impresa e non solo del Confidi/Banca in termini di ponderazione 0, il Fondo ha trasferito la responsabilità per:
  • La verifica dei requisiti di ammissione al Fondo ( attività, documenti contabili, documenti per il calcolo della dimensione aziendale/gruppo,etc) PER TUTTE LE OPERAZIONI!
  • La verifica degli investimenti ( presentazione fatture/documenti e relazione finale).


In caso di controllo documentale, è l’impresa, entro il termine previsto dalle disposizioni operative, a dover accedere al portale del Fondo con le proprie credenziali ed effettuare gli adempimenti previsti allegando la documentazione richiesta.
In caso di mancato adempimento di tale obbligo e/o mancata realizzazione dell’investimento per le operazioni finalizzate, il Fondo avvierà il procedimento di revoca dell’agevolazione concessa e richiederà all’impresa il corrispondente importo ESL maggiorato fino a 4 volte.

Fondo di Garanzia

Fondo di Garanzia

Normativa e documenti